Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Amministrazione trasparente

Amministrazione Trasparente

PON 2014-2020

pon

Scuola in chiaro

scuola in chiaro

L'Istituto Comprensivo "Taddeo Cossu", per costruire nuove modalità di interazione e partecipazione, ha aggiunto al sito istituzionale della scuola www.taddeocossu.gov.it e al blog didattico www.iscola.eu i seguenti spazi sulle principali piattaforme di social media network:

Questi spazi permettono di promuovere e informare sulle attività scolastiche e sulle risorse didattiche disponibili, favorendo la comunicazione, la trasparenza e le conversazioni digitali fra le diverse componenti della comunità scolastica (docenti, studenti, genitori, dirigenza, personale amministrativo) in un'ottica di amministrazione partecipata e collaborativa, di apertura e condivisione dei dati e delle informazioni.

La social media policy descrive le regole di comportamento (“Netiquette”) che gli utenti sono invitati a osservare nell’interazione con le pagine e i profili dell'Istituto Comprensivo Statale "Taddeo Cossu" sui social network e nell’uso degli strumenti social presenti nei siti web associati. Il documento è messo a disposizione sul sito web istituzionale dell'Istituto e nei profili istituzionali sui social network.

Le presenti linee-guida (redatte in conformità a quanto disposto dalle “Linee Guida per i siti web della PA – Vademecum Pubblica Amministrazione e social media” del Ministero della Funzione Pubblica) hanno carattere orientativo, ferma restando la responsabilità personale nel caso di violazione delle leggi italiane, anche sulla rete. Esse hanno anche lo scopo di fornire alle componenti scolastiche indicazioni per un uso critico, consapevole e responsabile dei social media. Educare gli adolescenti all’uso dei social media non serve solo a contrastare il cyberbullismo, ma anche ad accrescere la consapevolezza sulla cautela nel condividere le proprie informazioni in rete. La scuola può farsi carico di questa importantissima opera di formazione e sensibilizzazione.

Responsabili della gestione dei social network

Gli account (pagine e profili) istituzionali dell'Istituto e gli strumenti social presenti nei siti web associati sono amministrati da un team responsabile per la comunicazione esterna.

Finalità

L’Istituto utilizza i principali social network nel rispetto del Regolamento di Istituto, delle altre disposizioni amministrative e delle norme di legge; in questi spazi l’Istituto intende perseguire finalità istituzionali e di interesse generale. Gli account istituzionali dell'Istituto sui social network e gli strumenti social presenti nei siti web associati si propongono come luoghi di informazione, comunicazione e condivisione con l’utenza, il territorio, le istituzioni, i media.

Contenuti sui social network

Attraverso gli account istituzionali dell'Istituto sui social network sono pubblicati contenuti (notizie, comunicati, aggiornamenti di stato, contenuti testuali, collegamenti ad altri contenuti, materiale infografico, fotografico, audiovisivo ecc.) di attinenza agli scopi istituzionali dell'Istituto. I contenuti, se non diversamente specificato, sono da considerarsi rilasciati secondo la licenza Creative Commons CC BY NC SA (Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia).

Sfruttando le opportunità tipiche dei social network, l'Istituto può condividere e rilanciare contenuti di pubblico interesse e utilità realizzate da soggetti terzi. Pur verificandone per quanto possibile la precisione e l’attendibilità, la scuola non assume alcuna responsabilità per eventuali informazioni errate o non aggiornate. La presenza di spazi pubblicitari a margine dei contenuti pubblicati nelle pagine dei social network utilizzati non è sotto il controllo dell’Istituto, ma è gestita in autonomia dagli stessi social network.

Comportamenti consentiti agli utenti

Tutti hanno il diritto di interagire con gli account istituzionali dell'Istituto intervenendo con commenti e proponendo contenuti che siano espressione della propria libera opinione, nel rispetto delle opinioni altrui.

I commenti e i post degli utenti rappresentano l’opinione dei singoli e non quella dell'Istituto, che non può essere ritenuto responsabile della veridicità o meno di ciò che viene postato sui canali da terzi.

L’Istituto, invitando a una conversazione educata, pertinente e rispettosa, si impegna a gestire spazi di comunicazione e dialogo all’interno dei propri profili, nei diversi social network, chiedendo alle componenti scolastiche il rispetto di alcune regole d’uso.

Nel caso di social network che, come Facebook, danno accesso a informazioni relative alla vita privata, si raccomanda di valutare attentamente il tipo di informazioni da immettere sulla rete, a salvaguardia della libertà e della necessaria riservatezza di tutti i soggetti. Funzioni come la geolocalizzazione o foto a carattere personale possono generare situazioni inopportune (ad esempio in caso di assenze, giustificazioni, ecc.).

Nei social network ognuno è responsabile dei contenuti che pubblica e delle opinioni che esprime; è opportuno ricordare che ciò che viene pubblicato, spesso, rimane in rete anche se viene apparentemente rimosso.

Gli insegnanti e il personale ATA dell’Istituto sono invitati a tenere presente che qualsiasi opinione esprimano sui social network può danneggiare la reputazione e la credibilità dell'Istituto. Si raccomanda di applicare buon senso e professionalità. Gli insegnanti e il personale ATA dell'Istituto sono invitati a identificarsi come tali se utilizzano i loro profili per lavoro e non solo per interesse personale.

Comportamenti non consentiti agli utenti

L’utente è responsabile dei contenuti che pubblica e delle opinioni espresse. Non è consentito l’utilizzo del servizio per effettuare comunicazioni che violino le leggi vigenti, e in particolare per l’invio di messaggi che possano presentare forme o contenuti di carattere osceno, blasfemo, discriminatorio, diffamatorio o comunque tale da offendere la morale comune e la sensibilità degli utenti. Non sono consentiti atteggiamenti discriminatori rispetto al genere, orientamento sessuale, età, religione, convinzioni personali, origini etniche e disabilità. Non sono consentiti comportamenti gratuitamente polemici e reiterati («trolling» e «flame»).

I contenuti pubblicati hanno il requisito dell'interesse pubblico, per cui non è ammessa alcuna forma di spam, pubblicità o promozione di interessi privati, raccolta fondi, violazione del diritto d’autore, utilizzo non autorizzato di marchi registrati e sostegno ad attività illegali.

I contenuti devono rispettare la privacy delle persone, evitando riferimenti a fatti o a dettagli privi di rilevanza pubblica e messaggi contenenti la diffusione non autorizzata di dati personali di terzi (indirizzi, email, numeri telefonici ecc.).

L'autore di un errore deve essere pronto a modificare il suo intervento, appena la violazione gli viene segnalata. Un intervento inappropriato, se non rimosso prontamente, può dare origine a conseguenze anche di ordine penale. I giudizi di rimozione di post, commenti o altri contenuti sono insindacabili.

Moderazione

La moderazione da parte dell’Istituto all’interno dei propri spazi social avviene a posteriori, ovvero in un momento successivo alla pubblicazione, ed è finalizzata unicamente al contenimento, nei tempi e nei modi ragionevolmente esigibili, di eventuali comportamenti contrari alle norme d’uso.

Gli amministratori hanno facoltà di eliminare senza preavviso i contenuti non conformi e contrari alle regole descritte in questa policy. Un utente che reiteratamente non rispetta le regole descritte potrà essere bloccato e i contenuti potrebbero, se necessario, essere segnalati alle autorità competenti.

Gli amministratori hanno comunque facoltà di rimuovere eventuali contenuti non attinenti alle attività dell'Istituto, né agli argomenti di attualità o di interesse generale ad esse correlati.

Contatti

Gli utenti possono rivolgere le loro segnalazioni (ad esempio per segnalare abusi o violazioni del copyright) alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Facebook

Gli utenti che interagiscono con la pagina Facebook dell'Istituto hanno facoltà di:

  • apprezzare, commentare e condividere i contenuti pubblicati nella bacheca
  • inserire contenuti nei "Post delle persone che visitano la pagina"
  • inviare messaggi privati alla pagina
  • partecipare agli eventi promossi dalla pagina
  • recensire la pagina

Twitter

Gli utenti di Twitter che interagiscono con il profilo istituzionale dell'Istituto possono:

  • inviare dal proprio account personale messaggi pubblici (“tweet”) destinati all'Istituto
  • proporre ai propri follower i tweet pubblicati dall'account dell'Istituto (“retweet”)

YouTube

Gli utenti possono condividere e commentare i contenuti video pubblicati nel canale.

Instagram

Gli utenti possono condividere e commentare i contenuti fotografici pubblicati nel canale.

Protezione dei dati personali

Il trattamento dei dati personali degli utenti risponderà alle policy in uso sulle piattaforme utilizzate (Facebook, Twitter, Instagram, YouTube e altri social che l'Istituto volesse attivare). L'Istituto garantisce la riservatezza delle comunicazioni effettuate attraverso i sistemi di messaggistica privata forniti dai social network, nel rispetto delle leggi italiane sulla privacy. Tali comunicazioni potranno essere oggetto di verifica e controllo da parte del personale dell'Istituto. In caso di formale richiesta da parte dell'autorità giudiziaria, l'Istituto sarà tenuto a fornire le informazioni opportune per poter perseguire i reati eventualmente perpetrati dall’utente tramite l’account utilizzato. Il trattamento dei dati personali è effettuato nel rispetto del decreto legislativo 196/2003.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Social media policy.pdf)Social media policy.pdf627 kB